Cammino di Assisi - cammino ufficiale di San Francesco   Città del Cammino

”Vade Francisco et repara domum meam”

Link: Vita e opera di Francesco

Il Cammino in Bicicletta e/o Bike

BICI- Giorgio ha riassunto il suo cammino in bicicletta, creando una mini guida che ci ha gentilmente inviato e che pubblichiamo come ausilio per chi si accinge a fare questa bella esperienza in bicicletta:....cliccare ..... Vai

 

MTB- Si Riporta l'esperienza di due pellegrini di Bergamo (Giovanni & Giuseppe) che nel 2011 hanno fatto tutto il cammino in MTB, facendo alcuni tratti a piedi dove il sentiero non permetteva di stare in sella. Ho chiesto anche un dettaglio di quali tratti di percorso siano stati fatti a piedi, ma non ho avuto risposta, forse perchè non avendo registrato su carta al momento, la memoria non è stata più in grado di fissare i momenti.... però ricordano che ogni giorno in media facevano 4 -5 km a piedi, in particolare nella prima parte......Ora si riporta di seguito la lettera che mi è pervenuta da parte loro....

Ciao Giordano siamo i due ciclisti di Bergamo di MTB Stezzano,Giuseppe (no limit) e Gianni che hai ospitato a Camandoli il 07/08/2011 rinnovandoti i ringraziamenti per l'ottima accoglienza , ti inviamo come hai richiesto un resoconto relativo al sentiero di Assisi fatto in mtb e con alcuni tratti a piedi con la bici a mano.

Consigli su come affrontare il cammino di Assisi in mtb seguendo fedelmente il percorso dei pellegrini a piedi....................... premesso che per affrontare questo cammino ci deve essere una buona preparazione fisica, passiamo ai consigli tecnici e non

1) come mezzo si può utilizzare sia la front (ammortizzata solo davanti) che la Full  (che è ammortizzata sia anteriormente"forcella" che posteriormente "ammortizzatore") consigliata per la tipologia abbastanza impegnativa di taluni tratti di sentiero.

2) portapacchi, per la Full questi è agganciato al tubo reggisella (attenzione non utilizzare quelli in carbonio, ma in alluminio) per evitare probabili rotture dello stesso,  a questo portapacchi si dovrà realizzare un ulteriore supporto di sostegno(l'anno scorso sulla via Francigena mi si è spezzata la vite di bloccaggio) che sarà fissato sulla parte rigida della bici con un collare di plastica    (sono in commercio a pochi euri) vedi foto, per quanto riguarda la front credo non vi siano problemi visto che la parte posteriore è rigida.

P.S. attenzione il portapacchi è stretto per cui necessita di una modifica che consiste nel fissare sopra lo stesso o un  pezzo di plastica lexan spessore almeno 4 m/m oppure un legno di spessore di almeno 1 cm(sul portapacchi vi sono dei fori filettati che sembrano fatti apposta per fissarci qualsiasi cosa) questo accorgimento serve poi per poter fissare al meglio lo zaino.

3) kit manutenzione bici cosi composto:
-smagliacatena
-falsa maglia
-tira raggi
-gonfia ripara
-camera d'aria
-kit pezze + mastice
-pompa
-pinza
-olio per catena(quando si trova uno dei rarissimi distributori soffiare la catena e oliarla, oppure lavarla con getto d'acqua e oliarla , almeno ogni due giorni)

4) kit farmaceutico
-cerotti
-benda
-disinfettante
-crema antistaminica x punture di insetti
-antinfiammatorio
- antidolorifico
-pasta fissan (per eventuali arrossamenti parti intime)

5) non utilizzare le classiche borse , ma uno zaino perchè su questo cammino vi sono molti tratti a spinta, con pendenze quasi estreme , per cui con lo zaino in spalla ci si muove meglio , questo vale sia per la salita che per la discesa.
nota per fissare lo zaino sul portapacchi utilizzare numero 4 cinghiette il tutto rimane molto rigido senza creare problemi di sbilanciamento, consiglierei anche un paio di elastici per poterci fissare eventualmente la tuta lavata la sera precedente ma non ancora perfettamente asciutta

6) oltre la classica borraccia portarsi anche una bottiglietta di scorta , che posizionerete sul portapacchi sotto gli elastici

7) consigli sul vestiario
- salviettone in microfibra
-sacco a pelo estivo 700gr.
-k way
-un pantalone corto
-una maglietta in microfibra
-un paio di ciabatte infradito (da utilizzare per doccia ed eventualmente da passeggio)
- un paio di mocassini
- mutande
- un paio di calzini
- kit da bagno (consiglierei un pezzo di sapone di marsiglia da utilizzare sia per lavare le divise che per la propria persona , sempre per ridurre il peso)
- due tute bici con relativi calzini (questo per il periodo estivo se si va in autunno regolarsi di conseguenza).

ora passiamo al discorso tappe.

  • Prima tappa da Dovadola a Premilcuore  passando da Marzanella
    totale km 48 dislivello in salita totale mt 1200 tempo impiegato ore 6 grado di difficoltà mdio alto come del resto tutte le tappe
  • Seconda tappa da Premicuore a Camandoli passando da Corniolo
    totale km 46 dislivello in salita totale mt 1700 tempo impiegato ore 8
  • Terza tappa da Camandoli a Caprese passando da Biforco
    totale km 56 dislivello in salita totale mt 2050 tempo impiegato ore 9
  • Quarta tappa da Caprese a Città di castello passando da Sansepolcro
    totale km 56 dislivello in salita totale mt 1050 tempo impiegato ore 8
  • Quinta tappa da città di Castelloa Gubbio passando da Pietralunga
    totale km 60 dislivello in salita totale mt900 tempo impiegato ore 8
  • Sesta tappa da Gubbio ad Assisi passando da da Valfabbrica
    totale km 52 dislivello in salita totale mt 700 tempo impiegato ore 6

Totale dislivello in salita  mt 9600
Totale km percorsi 318

Per informazioni più dettagliate scrivere direttamente a Giuseppe l mangili1958@fastwebnet.it

Anche Giorgio .. giorgiovaccari@hotmail.it e Massimo …. peligros@libero.it .. hanno fatto l'esperienza di percorrerlo in bici e sono disponibili a fornire informazioni.

per tornare da Assisi a Dovadola in treno (5 ore circa) caricando le bici in treno. Partenza da Assisi alle ore 9,36 arrivo a Forlì 14,20..... Partenza alle ore 13,44 arrivo alle 18,22 ......

....sul seguente sito tutte le condizioni per caricare le bici sul treno ....Treno+Bici

 

 

Home